Quali sono i costi per scrivere un preventivo perfetto

di Gloria Carraro

Come fare un preventivo per laboratori con bambini. Vivi l'Archeologia. Gloria Carraro. Consulente culturale
Ti affacci al mondo del lavoro, sei creativo al punto giusto per proporre dei laboratori ma...
 "quanto mi faccio pagare?", ti starai chiedendo.
 
Guardi in internet e trovi svariati prezzi e tipologie di listino,  decidi allora di fare una via di mezzo in base a quello che vuoi guadagnare.
Ok, ma cosa sta dietro al tuo prezzo? Sapresti giustificarlo?

 

Quando per le mie attività devo redarre un preventivo, so che per avere un ricavo devo tenere in considerazione i costi fissi di impresa e i costi diretti, legati cioè all'attività di laboratorio. 

Cosa sono questi costi? Vediamo degli esempi.
COSTI FISSI DI IMPRESA
- affitto locale 
- spese generali (es. bollette: luce, gas, telefono)
- spese di gestione amministrativa (es. il commercialista)
- attrezzature (es. videoproiettore)
- cancelleria
COSTI DIRETTI LEGATI ALL'ATTIVITA' DI LABORATORIO
- preparazione materiali e/o progettazione laboratorio
- materiali (ove inclusi)
- (eventuali) spese di recupero materiali - es. vado ad acquistare un prodotto a 100km dalla sede oppure lo faccio recapitare in studio
trasferta
- vitto e alloggio
Questi sono i costi che un libero professionista dovrebbe tener conto quando presenta un preventivo, inoltre a tutte queste spese non bisogna dimenticare le tasse, che cambiano in base al regime fiscale. 
Di cosa non devi aver paura?
Non aver paura di fare il prezzo giusto, se sei competente e offri un servizio di qualità il cliente comprenderà.

 

Non aver paura della concorrenza, quindi non abbassare esageratamente il prezzo, ricorda che non vivi mangiando aria!

Scrivi commento

Commenti: 0